☭    "Non è difficile essere rivoluzionari quando la rivoluzione è già scoppiata e divampa... È cosa molto più difficile - e molto più preziosa - sapere essere rivoluzionari quando non esistono ancora le condizioni per una lotta diretta, aperta, effettivamente di massa, effettivamente rivoluzionaria; saper propugnare gli interessi della rivoluzione (con la propaganda, con l'agitazione, con l'organizzazione) nelle istituzioni non rivoluzionare, sovente addirittura reazionarie, in un ambiente non rivoluzionario, fra una massa incapace di comprendere subito la necessità del metodo rivoluzionario di azione"     ☭    



Dittatura Borghese

Golpe mascherato


15 Febbraio 2021
A carnevale un governo senza opposizioni.

Redazione Aurora Proletaria


Tutti dentro , falsi riformisti , falsa sinistra, destra , razzisti e fascisti , finisce cosi la repubblica nata dalla resistenza.
La democrazia borghese ha partorito il golpe. In un parlamento senza opposizione , dove i proletari e piu deboli non hanno rappresentanza , confindustria e poteri finanziari faranno quello che piu gli aggrada.
I monopoli strategici esigono liquidità e vogliono impadronirsi della maggior parte dei fondi europei per rinnovare il capitale fisso favorendo la concentrazione della produzione e dei servizi nelle loro mani.
Lo spregiudicato politicante Renzi e' il grimaldello di questi gruppi per far saltare il banco, Mattarella ha completato l'operazione incaricando il capitale finanziario.
Con il neo-liberista Draghi ci sarà un governo reazionario e antioperaio, espressione della borghesia imperialista, che provvederà a misure da macelleria sociale, abbandonando metodi pseudo democratici , e rafforzando la repressione contro la classe operaia e i movimenti.
I padroni si preparano a abbattere i salari , attaccare le pensioni dei lavoratori, licenziamenti di massa etc.
Lo stato sociale verrà ulteriormente indebolito. Privatizzazioni , liberalizzazioni, aumento delle tasse sulla classe operaia saranno il leit-motiv di questo regime.
In questa situazione cresce la povertà , la disoccupazione, le disuguaglianze.
Responsabili sono tutti i partiti borghesi e piccolo-borghesi, le direzioni sindacali collaborazioniste.
Occorre trasformare lo scoraggiamento e il malcontento in solidarietà di classe , in resistenza alla dittatura borghese con ogni mezzo.
Porre la questione della via rivoluzionaria come unica soluzione all'uscita dalla barbarie capitalista.
Non dobbiamo assolutamente subire passivamente l'offensiva borghese , occorre reagire , sviluppare un ampio movimento operaio di classe per sferrare un contrattacco che abbia la possibilità di contrastare il nemico di classe.
I riformisti italiani hanno fatto il loro compito , quello di difendere la borghesia e il capitale , illudendo la classe operaia di poter cambiare il capitalismo dall'interno.
Il proletariato deve abbandonare queste organizzazioni dedite al mercanteggiare e al tradimento. Per la ricostruzione di un vero Partito Comunista rivoluzionario.
Resistenza e Rivoluzione.
Abbattere il sistema capitalista.
Lottare con ogni mezzo.

Redazione Aurora Proletaria







Antono Gramsci:Alcuni temi della quistione meridionale

Come si legge in 2000 pagine, cit., il manoscritto andò smarrito nei giorni dell'arresto di Gramsci e fu ritrovato da Camilla Ravera tra le carte che Gramsci abbandonò nell'abitazione di via Morgagni.
Il saggio fu pubblicato nel gennaio 1930 a Parigi nella rivista Stato Operaio, con una nota in cui è detto: «Lo scritto non è completo e probabilmente sarebbe stato ancora ritoccato dall'autore, qua e là. Lo riproduciamo senza alcuna correzione, come il migliore documento di un pensiero politico comunista, incomparabilmente profondo, forte, originale, ricco degli sviluppi piú ampi. ».




Questione elettorale borghese

Per un altro spunto (se ce ne fosse ancora bisogno) sulla questione elettorale borghese

Necessità di una preparazione ideologica di massa

di Antonio Gramsci , scritto nel maggio del 1925, pubblicato in Lo Stato operaio del marzo-aprile 1931. Introduzione al primo corso della scuola interna di partito




La legislazione comunista

Articolo apparso su L'Ordine nuovo anno II n.10 del 17 luglio 1920 a firma Caesar

Antonio Gramsci : Il Partito Comunista

Articolo non firmato, L’Ordine Nuovo, 4 settembre e 9 ottobre 1920.




Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe

(l'Unità, 16 marzo 1926, anno 3, n. 64, articolo non firmato)




Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia

(l’Unità, 5 febbraio 1925, anno 2, n. 27, articolo non firmato)




Referendum sulla costituzione

Votare o non votare, è questo il problema?

Lettera di un operaio FIAT di Torino

" FCA, la fabbrica modello "

Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!

Lo scorso 19 giugno, con i ballottaggi, si sono consumate le ennesime elezioni previste dal sistema democratico borghese. Si trattava di elezioni amministrative ma di alto significato politico nazionale.