☭    "Non è difficile essere rivoluzionari quando la rivoluzione è già scoppiata e divampa... È cosa molto più difficile - e molto più preziosa - sapere essere rivoluzionari quando non esistono ancora le condizioni per una lotta diretta, aperta, effettivamente di massa, effettivamente rivoluzionaria; saper propugnare gli interessi della rivoluzione (con la propaganda, con l'agitazione, con l'organizzazione) nelle istituzioni non rivoluzionare, sovente addirittura reazionarie, in un ambiente non rivoluzionario, fra una massa incapace di comprendere subito la necessità del metodo rivoluzionario di azione"     ☭    


Dittatura Borghese

Golpe mascherato


15 Febbraio 2021
A carnevale un governo senza opposizioni.

Redazione Aurora Proletaria


continua.....


Lenin : Marxismo e riformismo


PTratto da Lenin – opere complete vol.19 pag. 343-346
La borghesia liberale , porgendo con una mano le riforme, con l'altra mano le ritira sempre,le riduce a nulla , se ne serve per asservire gli operai, per dividerli in gruppi isolati, per perpetuare la schiavitù salariata dei lavoratori.
.


continua.....


Enver Hoxha : APPUNTI SULLE TESI DEL X CONGRESSO DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO


29 Luglio 2019
Nel dicembre 1962 si svolge il X Congresso del P.C.I. , un'altro passo del partito verso il revisionismo e la borghesia.
Publlichiamo gli appunti del compagno Enver Hoxha sulle tesi del congresso, un passo verso il definitivo abbandono del Marxismo-Leninismo da parte dei comunisti italiani, che portera' allo sfacelo del movimento in Italia , le cui conseguenze sono a tutt'oggi davanti agli occhi di tutti.
Redazione Aurora Proletaria



continua.....


Democrazia borghese e democrazia proletaria


15 4 2019
Riteniamo opportuno pubblicare “Democrazia borghese e Democrazia proletaria” tratto da “La Rivoluzione Proletara e il rinnegato Kautsky” di Lenin , da Lenin Opere Complete vol.29 pag. 247-254, specialmente in un periodo oscuro e confuso come quello che stiamo attraversando.
In questo momento storico dive la reazione ha rialzato la testa, dove la confusione regna tra molti compagni , a causa di falsi partiti comunisti che parlano di ecologia, libertà , lavoro ma nemmeno si sognano di parlare di socialismo figurarsi di comunismo, crediamo sia importante analizzare e attualizzare questo importante contributo del compagno Lenin , perchè non si cada della confusione revisionista e piccolo borghese degli attuali pseudo partiti comunisti.

Redazione Aurora Proletaria.

continua...


Contro l'antifascismo di facciata e padronale


In questi ultimi mesi, come d'incanto, i partiti della democrazia borghese hanno scoperto che nel nostro Paese esiste il pericolo fascista. Dopo la proposta di legge del piddino Fiano che prevederebbe pene severe per chiunque faccia propaganda al fascismo e dunque apologia, lo stesso Partito Democratico, altrettanto miracolosamente, lancia un appello per una mobilitazione nazionale con manifestazione a Como, in seguito all'azione neonazista, di qualche giorno fa, nei locali di un associazione a sostegno dei migranti.
continua.....


La resistenza antifascista


Per meglio analizzare e capire come la dittatura borghese si è instaurata in Italia dobbiamo partire dall'inizio , pubblichiamo questo estratto del libro di Amedeo Curatoli “Contro il revisionista Togliatti” pag 25 – 46.


Della Resistenza antifascista è stato nascosto il carattere di rivoluzione armata non solo per abbattere il fascismo, ma anche per farla finita con la monarchia e il regime borghese capitalistico.
continua.....


AD ORROR DEL VERO


Pubblichiamo un contributo di un compagno romano che rende bene l'idea della falsa legalità borghese



continua.....


La democrazia è la dittatura della borghesia!


La società capitalistica, considerata nelle sue condizioni di sviluppo piú favorevoli, ci offre nella repubblica democratica una democrazia piú o meno completa. Ma questa democrazia è sempre compressa nel ristretto quadro dello sfruttamento capitalistico, e rimane sempre, in fondo, una democrazia per la minoranza, per le sole classi possidenti, per i soli ricchi La libertà, nella società capitalistica, rimane sempre, approssimativamente quella che fu nelle repubbliche dell'antica Grecia: la libertà per i proprietari di schiavi.
continua.....







Antono Gramsci:Alcuni temi della quistione meridionale

Come si legge in 2000 pagine, cit., il manoscritto andò smarrito nei giorni dell'arresto di Gramsci e fu ritrovato da Camilla Ravera tra le carte che Gramsci abbandonò nell'abitazione di via Morgagni.
Il saggio fu pubblicato nel gennaio 1930 a Parigi nella rivista Stato Operaio, con una nota in cui è detto: «Lo scritto non è completo e probabilmente sarebbe stato ancora ritoccato dall'autore, qua e là. Lo riproduciamo senza alcuna correzione, come il migliore documento di un pensiero politico comunista, incomparabilmente profondo, forte, originale, ricco degli sviluppi piú ampi. ».




Questione elettorale borghese

Per un altro spunto (se ce ne fosse ancora bisogno) sulla questione elettorale borghese

Necessità di una preparazione ideologica di massa

di Antonio Gramsci , scritto nel maggio del 1925, pubblicato in Lo Stato operaio del marzo-aprile 1931. Introduzione al primo corso della scuola interna di partito




La legislazione comunista

Articolo apparso su L'Ordine nuovo anno II n.10 del 17 luglio 1920 a firma Caesar

Antonio Gramsci : Il Partito Comunista

Articolo non firmato, L’Ordine Nuovo, 4 settembre e 9 ottobre 1920.




Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe

(l'Unità, 16 marzo 1926, anno 3, n. 64, articolo non firmato)




Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia

(l’Unità, 5 febbraio 1925, anno 2, n. 27, articolo non firmato)




Referendum sulla costituzione

Votare o non votare, è questo il problema?

Lettera di un operaio FIAT di Torino

" FCA, la fabbrica modello "

Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!

Lo scorso 19 giugno, con i ballottaggi, si sono consumate le ennesime elezioni previste dal sistema democratico borghese. Si trattava di elezioni amministrative ma di alto significato politico nazionale.