☭    "Non è difficile essere rivoluzionari quando la rivoluzione è già scoppiata e divampa... È cosa molto più difficile - e molto più preziosa - sapere essere rivoluzionari quando non esistono ancora le condizioni per una lotta diretta, aperta, effettivamente di massa, effettivamente rivoluzionaria; saper propugnare gli interessi della rivoluzione (con la propaganda, con l'agitazione, con l'organizzazione) nelle istituzioni non rivoluzionare, sovente addirittura reazionarie, in un ambiente non rivoluzionario, fra una massa incapace di comprendere subito la necessità del metodo rivoluzionario di azione"     ☭    



Proletari Torinesi - sri

Secours Rouge - Vittoria dei prigionieri bulgari


Alla fine dello scorso Dicembre , l'associazione dei prigionieri bulgari (bpra) aveva lanciato un appello alla solidarietà per la lotta che stavano conducendo per le dimissioni del direttore Krestev. Krestev era stato nominato alla direzione della principale prigione di Sofia e aveva proceduto a diverse riforme contro i prigionieri: riduzione e soppressione delle attività, dei congedi penitenziari, del tempo di Corte, deglii acquisti all'interno dell'istituto. Sotto la sua governance, la tortura era aumentata e diversi gruppi narcos erano protetti e sponsorizzati dalla direzione, che si permettevano ogni tipo di brutalità e di abusi verso gli altri prigionieri. A Bruxelles avevamo risposto a questo appello organizzando due giornate di solidarietà con la loro lotta e con Jock Palfreeman, prigioniero antifascista australiano membro della Bpra imprigionato a Sofia.

La mobilitazione dei prigionieri non è mai cessata: hanno organizzato varie azioni di protesta e di sciopero della fame, nonostante l'enorme repressione che li minacciava (i detenuti di lunga pena erano principalmente mobilitati, poiché quelli che avevano avuto meno di 10 anni di carcere non potevano rischiare di vedere la loro pena raddoppiata). Ieri , i prigionieri della prigione di Sofia hanno protestato nel cortile della prigione. Infine , il primo ministro Borisov ha chiesto ieri le dimissioni di Svilen Tsvenatov (direttore dell'esecuzione delle pene) e di Peter Krestev (direttore della prigione centrale di Sofia), le dimissioni sono state immediatamente presentate e accettate. La direzione della è temporaneamente affidata alla custodia del Ministero della Giustizia per il tempo di nominare i sostituti. La gocci d'acqua che ha fatto traboccare il vaso (le molteplici estorsioni non sono così problematiche per il governo bulgaro) è stata la fuga di un noto criminale in Bulgaria e del suo compagno di cella due giorni fa.

Secours Rouge 7 aprile 2018









Antono Gramsci:Alcuni temi della quistione meridionale

Come si legge in 2000 pagine, cit., il manoscritto andò smarrito nei giorni dell'arresto di Gramsci e fu ritrovato da Camilla Ravera tra le carte che Gramsci abbandonò nell'abitazione di via Morgagni.
Il saggio fu pubblicato nel gennaio 1930 a Parigi nella rivista Stato Operaio, con una nota in cui è detto: «Lo scritto non è completo e probabilmente sarebbe stato ancora ritoccato dall'autore, qua e là. Lo riproduciamo senza alcuna correzione, come il migliore documento di un pensiero politico comunista, incomparabilmente profondo, forte, originale, ricco degli sviluppi piú ampi. ».




Questione elettorale borghese

Per un altro spunto (se ce ne fosse ancora bisogno) sulla questione elettorale borghese

Necessità di una preparazione ideologica di massa

di Antonio Gramsci , scritto nel maggio del 1925, pubblicato in Lo Stato operaio del marzo-aprile 1931. Introduzione al primo corso della scuola interna di partito




La legislazione comunista

Articolo apparso su L'Ordine nuovo anno II n.10 del 17 luglio 1920 a firma Caesar

Antonio Gramsci : Il Partito Comunista

Articolo non firmato, L’Ordine Nuovo, 4 settembre e 9 ottobre 1920.




Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe

(l'Unità, 16 marzo 1926, anno 3, n. 64, articolo non firmato)




Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia

(l’Unità, 5 febbraio 1925, anno 2, n. 27, articolo non firmato)




Referendum sulla costituzione

Votare o non votare, è questo il problema?

Lettera di un operaio FIAT di Torino

" FCA, la fabbrica modello "

Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!

Lo scorso 19 giugno, con i ballottaggi, si sono consumate le ennesime elezioni previste dal sistema democratico borghese. Si trattava di elezioni amministrative ma di alto significato politico nazionale.