☭    Nuova sezione : Stampa Clandestina    ☭    I DIS/SOLUZIONISTI    ☭    Andrej Fursov "Stalin venne lasciato morire"    ☭    Secours Rouge - Vittoria dei prigionieri bulgari    ☭    Stalin è più attuale che mai!     ☭    PROLETARI DI TUTTI I PAESI UNITI CONTRO SFRUTTAMENTO, RAZZISMO, IMPERIALISMO    ☭    A fianco degli antifascisti arrestati e del proletariato in lotta!    ☭    Con la resistenza di Afrin    ☭    Contro l'antifascismo di facciata e padronale    ☭    Campagna di sostegno ai quattro lavoratori SAFIM licenziati per rappresaglia!    ☭    CONTRO I LADRONI DEL G7 ! UNITA' INTERNAZIONALISTA DELLA CLASSE OPERAIA    ☭    Corea democratica, Paese sovrano che resiste    ☭    La cocaina della Chiquita e gli squadroni della morte sionisti    ☭    La democrazia è la dittatura della borghesia!    ☭    PT-SRI (Proletari Torinesi per il Soccorso Rosso Internazionale)    ☭    Reggio Emilia 1960    ☭    Enver Hoxha : L'eurocomunismo è anticomunismo    ☭    TUTTO IL POTERE AI SOVIET!    ☭    Germania : Condizioni detentive e rappresaglie contro i prigionieri imputati dell’art. 129 b    ☭    Gli USA tramano apertamente contro il Venezuela    ☭    Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?    ☭    Lenin : Stato e Rivoluzione    ☭    Il ruolo fondamentale di Stalin nell’Ottobre Rosso    ☭    Solzhenitsyn ai raggi X - Anatomia di un mito anticomunista    ☭    Estendere la solidarietà proletaria    ☭    Siria: un altro punto di vista    ☭    Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe    ☭    Come gli USA attaccano i governi di sinistra latinoamericani    ☭    Stalin: Trotzkismo o Leninismo?    ☭    Gli agenti della CIA catturati ad Aleppo    ☭    Contratto METALMECCANICI un'altro colpo alla dignità dei lavoratori    ☭    Il macabro gioco delle fosse comuni: il Caso di Kirov. Prove tecniche di rinnovato anti-sovietismo?    ☭    Mosul, le forze sciite irachene sventano le trame di wahhabiti, Stati Uniti e Turchia    ☭    Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia    ☭    La battaglia di Mosul, l’inganno di Washington e Ankara    ☭    Sviluppi politici nel Kurdistan Occidentale (Kurdistana Rojava)    ☭    Solidarietà rivoluzionaria con il ROJAVA    ☭    REFERENDUM SULLA COSTITUZIONE     ☭    Rafforzare ed estendere resistenza    ☭    C’ é ancora chi lotta contro il modello Marchionne    ☭    Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!    ☭    Collettivo Aurora - La crisi del sistema capitalista e la ricostruzione del partito comunista in Italia!    ☭    



Prima Pagina

LA MORTALITA' SUL LAVORO FA RIMA CON BASSI SALARI E PRECARIETA'


Riceviamo e volentieri publichiamo


Una serie di infortuni mortali sul lavoro, negli ultimi giorni, ha acceso di nuovo i riflettori sul numero enorme di morti e di feriti che si registrano ogni anno nel nostro Paese.

Mentre i nostri politici mostrandosi " indignati" davanti a questi dati, sanno benissimo come si lavora nelle fabbriche, nei porti e nei cantieri; sanno benissimo come, sfruttando il bisogno di lavorare, reso spesso drammatico dallo spettro della disoccupazione, gli operai si adattano loro malgrado a lavorare senza rispettare quelle norme di sicurezza che agli occhi dei padroni appaiono come spese inutili, vincoli intollerabili e rallentamenti delle attività produttive.

I dirigenti politici sanno benissimo che con i salari di fame, che si pagano agli edili e i metalmeccanici, i lavoratori cercano spesso nello straordinario quei soldi che mancano a finire il mese. Si lavora uno, due o più ore dell' orario normale, in condizioni ambientali spesso pessime che espongono i lavoratori inevitabilmente al rischio che viene dalla stanchezza.

Le lacrime di coccodrillo dei politici di governo e di opposizione, insieme ai rappresentanti sindacali di regime che con le loro politiche al ribasso indebolendo e/o annullando le tutele agli operai, non ci fanno dimenticare i loro continui inviti a incrementare gli orari di lavoro, a ridurre le pause, tagliare il numero degli addetti in determinate aziende con licenziamenti spintanei offrendo una piccola mancia di fuoriuscita, oppure a ridurre i costi appaltando e subappaltando.

Quindi di concreto esiste un sistema che permette ai padroni di mutilare e uccidere gli operai!

Di fronte a un' offensiva di tale portata è necessario, da subito, promuovere un fronte di lotta che, a partire dall' unificazione delle lotte operaie e sociali che sono presenti in scala nazionale, sappia porsi come punto di riferimento complessivo per l' insieme degli sfruttati e delle masse proletarie colpite dalla crisi causata dai capitalisti.

Questo infame sistema capitalistico che si basa principalmente sullo sfruttamento dell' uomo sull' uomo e sul profitto di un pugno di ricchissimi parassiti disposti senza scrupoli a calpestare la dignità e la vita dei lavoratori.

Si tratta di un sistema che per sua natura è impossibile " umanizzare " non lo si può nemmeno migliorare come alcuni paladini della sinistra borghese vorrebbero, ma è necessario abbatterlo, e creare una società senza sfruttati né sfruttatori.

Non accettiamo più che la nostra esistenza sia sacrificata ai profitti dei padroni.

Contro l' arroganza con la quale i potenti conducono la guerra contro le masse popolari, contro chi per vivere non possiede altro che la vendita della propria forza lavoro, c'è bisogno di un vero sindacato di classe che sia una fucina per la formazione politica, all' interno del quale i comunisti devono perseguire i propri obiettivi rivoluzionari sulla classe operaia e proletaria.

Compagni, non è tempo di rassegnazioni!!!!

un operaio comunista.



Link Utili

Elenco Articoli
della prima pagina






PARTITI DISORGANICI E PARTITO OPERAIO INDIPENDENTE

riceviamo e pubblichiamo il contributo di Scintilla al dibattito sul partito
redazione aurora proletaria

Questione elettorale borghese

Per un altro spunto (se ce ne fosse ancora bisogno) sulla questione elettorale borghese

Necessità di una preparazione ideologica di massa

di Antonio Gramsci , scritto nel maggio del 1925, pubblicato in Lo Stato operaio del marzo-aprile 1931. Introduzione al primo corso della scuola interna di partito




La legislazione comunista

Articolo apparso su L'Ordine nuovo anno II n.10 del 17 luglio 1920 a firma Caesar

Antonio Gramsci : Il Partito Comunista

Articolo non firmato, L’Ordine Nuovo, 4 settembre e 9 ottobre 1920.




Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe

(l'Unità, 16 marzo 1926, anno 3, n. 64, articolo non firmato)




Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia

(l’Unità, 5 febbraio 1925, anno 2, n. 27, articolo non firmato)




Referendum sulla costituzione

Votare o non votare, è questo il problema?

Lettera di un operaio FIAT di Torino

" FCA, la fabbrica modello "

Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!

Lo scorso 19 giugno, con i ballottaggi, si sono consumate le ennesime elezioni previste dal sistema democratico borghese. Si trattava di elezioni amministrative ma di alto significato politico nazionale.

Collettivo Aurora
La crisi del sistema capitalista e la ricostruzione del partito comunista in Italia

Un appello alla trasformazione dei rapporti tra i comunisti, per l’ unione delle forze e la rinascita del movimento comunista.