☭    rojava : Comunicato di solidarietà alle compagne e compagni di Torino.    ☭    Nuova sezione : Stampa Clandestina    ☭    I DIS/SOLUZIONISTI    ☭    Andrej Fursov "Stalin venne lasciato morire"    ☭    Secours Rouge - Vittoria dei prigionieri bulgari    ☭    Stalin è più attuale che mai!     ☭    PROLETARI DI TUTTI I PAESI UNITI CONTRO SFRUTTAMENTO, RAZZISMO, IMPERIALISMO    ☭    A fianco degli antifascisti arrestati e del proletariato in lotta!    ☭    Con la resistenza di Afrin    ☭    Contro l'antifascismo di facciata e padronale    ☭    Campagna di sostegno ai quattro lavoratori SAFIM licenziati per rappresaglia!    ☭    CONTRO I LADRONI DEL G7 ! UNITA' INTERNAZIONALISTA DELLA CLASSE OPERAIA    ☭    Corea democratica, Paese sovrano che resiste    ☭    La cocaina della Chiquita e gli squadroni della morte sionisti    ☭    La democrazia è la dittatura della borghesia!    ☭    PT-SRI (Proletari Torinesi per il Soccorso Rosso Internazionale)    ☭    Reggio Emilia 1960    ☭    Enver Hoxha : L'eurocomunismo è anticomunismo    ☭    TUTTO IL POTERE AI SOVIET!    ☭    Germania : Condizioni detentive e rappresaglie contro i prigionieri imputati dell’art. 129 b    ☭    Gli USA tramano apertamente contro il Venezuela    ☭    Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?    ☭    Lenin : Stato e Rivoluzione    ☭    Il ruolo fondamentale di Stalin nell’Ottobre Rosso    ☭    Solzhenitsyn ai raggi X - Anatomia di un mito anticomunista    ☭    Estendere la solidarietà proletaria    ☭    Siria: un altro punto di vista    ☭    Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe    ☭    Come gli USA attaccano i governi di sinistra latinoamericani    ☭    Stalin: Trotzkismo o Leninismo?    ☭    Gli agenti della CIA catturati ad Aleppo    ☭    Contratto METALMECCANICI un'altro colpo alla dignità dei lavoratori    ☭    Il macabro gioco delle fosse comuni: il Caso di Kirov. Prove tecniche di rinnovato anti-sovietismo?    ☭    Mosul, le forze sciite irachene sventano le trame di wahhabiti, Stati Uniti e Turchia    ☭    Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia    ☭    La battaglia di Mosul, l’inganno di Washington e Ankara    ☭    Sviluppi politici nel Kurdistan Occidentale (Kurdistana Rojava)    ☭    Solidarietà rivoluzionaria con il ROJAVA    ☭    REFERENDUM SULLA COSTITUZIONE     ☭    Rafforzare ed estendere resistenza    ☭    C’ é ancora chi lotta contro il modello Marchionne    ☭    Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!    ☭    Collettivo Aurora - La crisi del sistema capitalista e la ricostruzione del partito comunista in Italia!    ☭    



Prima Pagina

Potere al popolo?


Il centro sociale “Je so pazzo” (ex OPG occupato) ha lanciato un appello per costruire una lista (a loro dire “dal basso”) che si presenti alle elezioni. Al di la delle buone intenzioni espresse nel documento che lancia il progetto elettorale con il quale, proprio perchè si presenta alle elezioni borghesi, non possiamo certo essere d'accordo, i promotori del listone della sinistra “alternativa”pongono al centro la questione del potere popolare senza però mai accennare alla necessità di rilanciare la lotta di classe.
Con il loro documento si impegnano a trattare questioni importanti di carattere sociale che, secondo loro, potrebbero essere affrontate utilizzando i sistemi e rispettando le regole che gli stessi responsabili del disastro sociale che le masse proletarie subiscono hanno stabilito, tra le cui regole la “possibilità” di presentarsi democraticamente alle elezioni.
Nel marasma del disfacimento della politica borghese ed in particolare della sinistra riformista, si è aperto uno spazio politico che alcuni compagni vogliono impegnarsi ad occupare pensando di incidere sul sistema di sfruttamento, e lacrime e sangue borghese.
Ma, seppur spinti da buone intenzioni, i promotori di questo nuovo listone di “estrema sinistra” accettando di inserirsi nel percorso della legalità borghese e delle regole decise dal nemico, dimenticano la guerra strisciante della borghesia contro il proletariato e la classe operaia.
Insomma, un ulteriore tentativo di riesumare tempi e modalità di pensiero di quella sinistra trotzkista, opportunista e rifondarola che, sino ad oggi, non ha saputo fare altro che negare l'esistenza della lotta di classe impegnandosi nelle più “pacifiche” e interclassiste istanze sociali. Alcuni compagni tentano di spacciare quest'iniziativa come un aspetto tattico della lotta, come se fossimo in Russia nella prima decade del 900 a cavallo con la seconda. Ma oggi, nel 2017, se i promotori non se ne fossero ancora accorti, sono cambiate molte cose e le condizioni per affrontare la lotta politica (tattiche e strategie) allo stesso modo con cui veniva affrontata nei primi del 900, si sono un tantino modificate.
Abbiamo affrontato l'argomento “tagliandolo con l'accetta” avendone l'intenzione perchè si tratta di una evidente insulsaggine che provocherà ulteriori disillusioni (e questa forse è la parte buona) nel sistema di lotta politica borghese: il confronto elettorale.

Potere al popolo? Ma quando mai...Parafrasare Mao Tze Tung...
Il presidente Mao distingueva il popolo in classi!

Redazione Aurora proletaria





Link Utili

Elenco Articoli
della prima pagina






PARTITI DISORGANICI E PARTITO OPERAIO INDIPENDENTE

riceviamo e pubblichiamo il contributo di Scintilla al dibattito sul partito
redazione aurora proletaria

Questione elettorale borghese

Per un altro spunto (se ce ne fosse ancora bisogno) sulla questione elettorale borghese

Necessità di una preparazione ideologica di massa

di Antonio Gramsci , scritto nel maggio del 1925, pubblicato in Lo Stato operaio del marzo-aprile 1931. Introduzione al primo corso della scuola interna di partito




La legislazione comunista

Articolo apparso su L'Ordine nuovo anno II n.10 del 17 luglio 1920 a firma Caesar

Antonio Gramsci : Il Partito Comunista

Articolo non firmato, L’Ordine Nuovo, 4 settembre e 9 ottobre 1920.




Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe

(l'Unità, 16 marzo 1926, anno 3, n. 64, articolo non firmato)




Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia

(l’Unità, 5 febbraio 1925, anno 2, n. 27, articolo non firmato)




Referendum sulla costituzione

Votare o non votare, è questo il problema?

Lettera di un operaio FIAT di Torino

" FCA, la fabbrica modello "

Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!

Lo scorso 19 giugno, con i ballottaggi, si sono consumate le ennesime elezioni previste dal sistema democratico borghese. Si trattava di elezioni amministrative ma di alto significato politico nazionale.

Collettivo Aurora
La crisi del sistema capitalista e la ricostruzione del partito comunista in Italia

Un appello alla trasformazione dei rapporti tra i comunisti, per l’ unione delle forze e la rinascita del movimento comunista.