☭    rojava : Comunicato di solidarietà alle compagne e compagni di Torino.    ☭    Nuova sezione : Stampa Clandestina    ☭    I DIS/SOLUZIONISTI    ☭    Andrej Fursov "Stalin venne lasciato morire"    ☭    Secours Rouge - Vittoria dei prigionieri bulgari    ☭    Stalin è più attuale che mai!     ☭    PROLETARI DI TUTTI I PAESI UNITI CONTRO SFRUTTAMENTO, RAZZISMO, IMPERIALISMO    ☭    A fianco degli antifascisti arrestati e del proletariato in lotta!    ☭    Con la resistenza di Afrin    ☭    Contro l'antifascismo di facciata e padronale    ☭    Campagna di sostegno ai quattro lavoratori SAFIM licenziati per rappresaglia!    ☭    CONTRO I LADRONI DEL G7 ! UNITA' INTERNAZIONALISTA DELLA CLASSE OPERAIA    ☭    Corea democratica, Paese sovrano che resiste    ☭    La cocaina della Chiquita e gli squadroni della morte sionisti    ☭    La democrazia è la dittatura della borghesia!    ☭    PT-SRI (Proletari Torinesi per il Soccorso Rosso Internazionale)    ☭    Reggio Emilia 1960    ☭    Enver Hoxha : L'eurocomunismo è anticomunismo    ☭    TUTTO IL POTERE AI SOVIET!    ☭    Germania : Condizioni detentive e rappresaglie contro i prigionieri imputati dell’art. 129 b    ☭    Gli USA tramano apertamente contro il Venezuela    ☭    Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?    ☭    Lenin : Stato e Rivoluzione    ☭    Il ruolo fondamentale di Stalin nell’Ottobre Rosso    ☭    Solzhenitsyn ai raggi X - Anatomia di un mito anticomunista    ☭    Estendere la solidarietà proletaria    ☭    Siria: un altro punto di vista    ☭    Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe    ☭    Come gli USA attaccano i governi di sinistra latinoamericani    ☭    Stalin: Trotzkismo o Leninismo?    ☭    Gli agenti della CIA catturati ad Aleppo    ☭    Contratto METALMECCANICI un'altro colpo alla dignità dei lavoratori    ☭    Il macabro gioco delle fosse comuni: il Caso di Kirov. Prove tecniche di rinnovato anti-sovietismo?    ☭    Mosul, le forze sciite irachene sventano le trame di wahhabiti, Stati Uniti e Turchia    ☭    Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia    ☭    La battaglia di Mosul, l’inganno di Washington e Ankara    ☭    Sviluppi politici nel Kurdistan Occidentale (Kurdistana Rojava)    ☭    Solidarietà rivoluzionaria con il ROJAVA    ☭    REFERENDUM SULLA COSTITUZIONE     ☭    Rafforzare ed estendere resistenza    ☭    C’ é ancora chi lotta contro il modello Marchionne    ☭    Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!    ☭    Collettivo Aurora - La crisi del sistema capitalista e la ricostruzione del partito comunista in Italia!    ☭    



Prima Pagina

Goro e Gorino, non nel nome del polpolo italiano ma della reazione


25 Ottobre 2016
In due paesini del delta del Po, Goro e Gorino, alcuni abitanti (e probabilmente anche provocatori venuti da fuori) hanno messo in atto blocchi stradali per impedire l’arrivo di una decina di profughi con i loro figli inviati a titolo di accoglienza in quegli stessi paesi. Di fronte alle proteste e ai blocchi stradali di qualche decina di razzisti e di fascisti fagocitati al megafono da un tal Nicola Lodi noto leghista, polizia e carabinieri non hanno mosso un dito ed il Prefetto, capo del dipartimento immigrazione del Ministero degli Interni, Mario Morcone, epsrime soltanto rammarico organizzando i profughi al fine di raggiungere altra destinazione.
A giudicare dall’atteggiamento di polizia e carabinieri che non hanno rimosso i blocchi e del Prefetto che avrebbe dovuto dare l’ordine, i fascisti di Goro e di Gorino hanno in mano i due paesi. Le autorità competenti, tanto zelanti e inflessibili quando si tratta di sgomberare famiglie che occupano una casa o di far massacrare di manganellate operai e studenti in picchetti e manifestazioni, questa volta non si sono mosse, anzi, hanno addirittura fatto retromarcia subendo il colpo. Torna alla mente l’atteggiamento remissivo e permissivo dell’esercito regio al procedere della marcia su Roma di qualche migliaio di fascisti prima che il fascismo prendesse nelle proprie mani le redini di un Paese al collasso attanagliato da una gravissima crisi economica. Lo stesso esercito regio che, al contrario, prendeva a cannonate e a fucilate i contadini e gli operai che manifestavano contro le vessazioni dei padroni, la fame e le guerre.
Si, lo sapiamo, qualcuno potrebbe obbiettare che "Goro e Gorino non rappresentano l’intera nazione, sono piccole realtà territoriali che non fanno testo, esse rappresentano casi isolati e di poco conto" e che 6quot;non dobbiamo cedere all6rsquo;allarmismo gridando al lupo al lupo quando il lupo non c’é". Ma questi "figli della lupa" crescono in fretta ed anche grazie a quelli che obbiettano come sopra; mentre gli allarmisti, quelli veri e cioé quelli che cavalcano le paure delle masse spingendo poveri contro altri piú poveri, vengono tollerati ed in certi casi addirittura difesi in nome di una democrazia falsa ed ipocrita utile all’opportunista di turno. Se a Goro e Gorino, al posto di Forza Nuova e Lega, vi fossero stati i NO BORDER a sostenere le ragioni della libera circolazione delle persone, polizia a carabinieri avrebbero caricato immediatamente spaccando teste a destra e a manca con il bene placido delle Istituzioni competenti. Due piccoli comuni ostaggio di alcune decine di fascioleghisti forniscono l’immagine chiara del nostro Paese in piena mobilitazione reazionaria. Goro e Gorino sono "gocce nel mare, un mare fatto della stessa acqua marcia"che chiamano democrazia.

Redazione Aurora Proletaria





Link Utili

Elenco Articoli
della prima pagina






PARTITI DISORGANICI E PARTITO OPERAIO INDIPENDENTE

riceviamo e pubblichiamo il contributo di Scintilla al dibattito sul partito
redazione aurora proletaria

Questione elettorale borghese

Per un altro spunto (se ce ne fosse ancora bisogno) sulla questione elettorale borghese

Necessità di una preparazione ideologica di massa

di Antonio Gramsci , scritto nel maggio del 1925, pubblicato in Lo Stato operaio del marzo-aprile 1931. Introduzione al primo corso della scuola interna di partito




La legislazione comunista

Articolo apparso su L'Ordine nuovo anno II n.10 del 17 luglio 1920 a firma Caesar

Antonio Gramsci : Il Partito Comunista

Articolo non firmato, L’Ordine Nuovo, 4 settembre e 9 ottobre 1920.




Antonio Gramsci - Riformismo e lotta di classe

(l'Unità, 16 marzo 1926, anno 3, n. 64, articolo non firmato)




Antonio Gramsci : La funzione del riformismo in Italia

(l’Unità, 5 febbraio 1925, anno 2, n. 27, articolo non firmato)




Referendum sulla costituzione

Votare o non votare, è questo il problema?

Lettera di un operaio FIAT di Torino

" FCA, la fabbrica modello "

Elezioni borghesi: un espediente per simulare il consenso popolare!

Lo scorso 19 giugno, con i ballottaggi, si sono consumate le ennesime elezioni previste dal sistema democratico borghese. Si trattava di elezioni amministrative ma di alto significato politico nazionale.

Collettivo Aurora
La crisi del sistema capitalista e la ricostruzione del partito comunista in Italia

Un appello alla trasformazione dei rapporti tra i comunisti, per l’ unione delle forze e la rinascita del movimento comunista.